Le Guide di Smartwatch News

Ecco come cambierà il 2018: dispositivi tecnologici intelligenti sempre più potenti ma anche quelli che indosseremo per comunicare, analizzare la nostra salute e vivere in una realtà aumentata

Abbiamo concluso il 2017 con la recensione di due modelli di smartwatch come il Garmin VivoMove HR e il Garmin Vivoactive 3, anche se la novità che più ha catalizzato le attenzioni di addetti ai lavori e appassionati di questo settore è stata l’uscita dell’Apple Watch serie 3. Per questo 2018, quindi, ci si attenderebbe l’uscita di nuove versioni di modelli di successo (come nel caso di Apple) o di nuovi dispositivi con funzionalità migliori e più precise. In realtà il trend 2018 dei dispositivi wearable sembra andare anche oltre, con l’introduzione e il potenziamento di alcuni dispositivi innovativi che superano il limite di ‘oggetto da polso’ di smartwatch e fitness tracker, essendo sempre più indossabili, wearable appunto.

Dal punto di vista tecnologico non si tratterà di vere e proprie rivoluzioni; quello che vedremo è qualcosa che già sappiamo possibile e che sarà ‘semplicemente’ applicato a questo settore. Dal punto di vista degli utenti, invece, le novità avranno anche molti aspetti interessanti e curiosi che potrebbero proseguire il trend positivo di crescita delle vendite e degli investimenti nel settore dei dispositivi wearable.

Proviamo quindi a fare un bilancio preventivo e a capire quali potrebbero essere le novità più rilevanti per il 2018, raccogliendo anche quelle che sono le prime indiscrezioni o notizie ufficiali in merito.

Occhiali e visori per la realtà aumentata

Dispositivi wearable: i visori VR

Forse uno dei principali trend 2018 per i dispositivi wearable sarà l’orientamento massiccio verso la realtà aumentata (e quella virtuale), tanto che pare che anche Amazon si stia per affacciare nel settore con un nuovo modello di smart glasses. Il colosso di Jeff Bezos sembra intenzionato a puntare su questo progetto che dovrebbe (il condizionale è d’obbligo non essendoci ancora conferme ufficiali) includere l’integrazione con l’assistente vocale Alexa e la tecnologia a supporto dell’audio a conduzione ossea.

A conferma dell’interesse verso gli smart glasses il 2018 dovrebbe essere l’anno dei modelli di Facebook (grazie all’accordo con Oculus), Apple e Google, con una concorrenza piuttosto serrata che potrebbe rivelare interessanti novità dal punto di vista dell’interazione dell’utente con la realtà ad esso circostante.

Attenzione per il nuoto

Dispositivi wearable: occhiali nuoto

Come sanno bene i nostri lettori molto spesso tra le lacune e i limiti dei dispositivi wearable c’è la poca attenzione verso il nuoto. Solitamente smartwatch e fitness tracker sono sviluppati per chi va in bici, va in palestra o corre, trascurando questa disciplina sportiva molto diffusa e apprezzata. C’è di base la grande difficoltà di realizzare dispositivi con un livello di impermeabilità sufficiente a garantire l’uso in piscina di un dispositivo tecnologico, ma il 2018 potrebbe essere l’anno decisivo per registrare un cambio di rotta. Non saranno migliorate le capacità di impermeabilità degli attuali dispositivi, ma dovremmo vedere degli occhiali da nuotatore, che sfruttano la realtà aumentata, e permetteranno di fornire suggerimenti, consigli, dati e rilevazioni in tempo reale sul proprio allenamento.

Nuove vecchie conferme

Dispositivi wearable: gli smartwatch

Prima di passare ad anticipare le novità più corpose nel mondo dei dispositivi wearable che dovremmo vedere nei prossimi mesi, abbiamo già qualche spunto di notizia per immaginare quelli che saranno i nuovi modelli di smartwatch e fitness tracker. La prima indiscrezione arriva dalla partnership tra Microsoft e Casio che sembra essere finalizzata alla produzione di uno smartwatch capace di mantenere un livello elevato di stile ed eleganza.

Un’altra partnership, anche se di minore portata, è quella tra Fitbit e Adidas che dovrebbe portare nel 2018 all’uscita (che era prevista per lo scorso anno) del Fitbit Ionic Adidas Edition. Forse non si tratterà altro che di un restyling nel design o dell’aggiunta di alcune funzioni sport specifiche; comunque staremo a vedere.

Novità da parte di Fitbit, invece, arriveranno dal lancio di due nuovi modelli: il Blaze 2 e il Charge 3 che dovrebbero essere i primi a raccogliere uno dei trend 2018 più interessanti: quello dell’integrazione delle funzionalità per il monitoraggio H24 della salute. Questi dispositivi, infatti, dovrebbero avere sensori e tecnologie per la misurazione della fibrillazione atriale e delle apnee notturne.

Dispositivi wearable: nuovi modelli smartwatch

Come anticipato anche Apple non starà a guardare e nel solito evento di presentazione dell’azienda vedremo il lancio del nuovo Apple Watche Series 4. Oltre a integrare la funzione per il monitoraggio del sonno, grande assente nella linea dei dispositivi wearable di Cupertino, dovremmo assistere ad un piccolo cambio di rotta con l’introduzione di un display tondo che muterà l’attuale design dell’Apple Watch.

Parimenti anche Samsung risponderà con il nuovo Gear S4 che migliorerà l’offerta dal punto di vista delle funzioni per il fitness e lo sport.

Un’altra interessante novità dovrebbe riguardare l’abbigliamento intelligente. Dopo che lo scorso anno ha Levi’s ha lanciato una giacca tecnologica, si attendono importanti novità da Google che ha avviato una piattaforma, Jacquard, proprio per permettere a varie aziende di collaborare e sfruttare questa nuova tecnologia.

I nuovi dispositivi wearable per la salute e la comunicazione

Sembrano essere diversi i binari sui quali si muoverà il futuro dei dispositivi wearable; oltre a quello della realtà aumentata avremo importanti novità sia per quel che riguarda le modalità e le capacità di comunicare che per il monitoraggio della salute. Partiamo da qui.

Dispositivi wearable: smart patches

Oltre alle nuove funzioni che verranno integrate in smartwatch e fitness tracker, il 2018 potrebbe essere fondamentale nel vedere le prime Smart patches, ovvero dei piccoli adesivi ultratecnologici, da applicare sulla pelle e che monitorano tutti i parametri fisici di importanza vitale. A lavorare su questi progetti sono colossi come Samsung e Qualcomm, a conferma di come il settore non sia così marginale negli interesse delle migliori aziende internazionali.

Nel settore delle comunicazioni assisteremo al potenziamento e al miglioramento della qualità di cuffie e auricolari in grado di tradurre simultaneamente quando due interlocutori di lingua diversa parlano tra loro. Nel 2017 sono usciti i primi modelli, quest’anno dovrebbero uscirne di altri, più precisi, che sfruttano i sistemi che stanno alla base di Google Translate e di quelle tecnologie atte al riconoscimento e alla traduzione di una lingua umana.

Occhiali, visori, smartwatch e dispositivi per la salute; ecco tutto quello che è stato presentato e anticipato al Consumer Electronics Show di Las Vegas

Dal 9 al 12 gennaio si è tenuto a Las Vegas l’annuale Consumer Electronics Show, meglio noto come CES 2018, una delle più importanti manifestazioni dedicate alla tecnologia e all’elettronica di consumo che coinvolge i principali protagonisti di questi settori.

Dispositivi wearable al CES 2018

Abbiamo seguito attentamente l’evento per scoprire quelle che sono le novità 2018 nel settore wearable, quello che ci interessa maggiormente, scoprendo come questo sia un settore in forte crescita che può rivelarci moltissime sorprese, non solamente nei prossimi dodici mesi.

Il futuro tech wearable

Anticipando un po’ quelle che potrebbero essere le conclusioni, tracciando una sorta di bilancio, possiamo dire che il futuro della tecnologia è wearable. Nonostante non sia l’unico settore sul quale i grandi brand stanno investendo, è inevitabile notare come sia uno di quelli che maggiormente potrebbe rivoluzionare il futuro prossimo e immediato. La tecnologia potrebbe non essere più un accessorio, qualcosa di diverso, separato, dalla nostra persona, ma può divenire qualcosa da avere addosso, in maniera sempre più familiare e completa, rivoluzionando del tutto il nostro modo di vivere. La nostra esperienza quotidiana, quindi, viene toccata direttamente da questi dispositivi wearable e il CES 2018 dimostra come potremo fare cose nuove e potremo fare meglio ciò che già abitualmente facciamo. Vediamo di cosa si tratta.

HTC Vive Pro

CES 2018: HTC Vive Pro

La realtà aumentata, almeno per il momento, ha superato la realtà virtuale e un esempio di questi visori VR è l’HTC Vive Pro. Si tratta di un visore con un display con una risoluzione 3K, migliore del 78% rispetto ai modelli attuali. Ad essere stato migliorato è anche il comparto audio con un amplificatore 3D.

L’Orèal UV Sense

CES 2018: L’Orèal UV Sense

Ecco una delle massime espressioni e dimostrazioni del discorso fatto in precedenza sul futuro wearable della tecnologia: il colosso L’Orèal ha infatti presentato una patch, un piccolo adesivo (9mm x 2mm), che si applica all’unghia del pollice (quindi non direttamente sulla pelle) e che permette di misurare l’esposizione al sole del proprio corpo, registrando i dati, inviandoli all’applicazione sullo smartphone e permettendo di avere sempre sotto controllo la situazione.

Quello delle smart patches per monitorare la salute è uno degli effetti più importanti dei dispositivi wearable presentati al CES 2018 e figlia della capacità di ridurre sempre di più la grandezza di questi sensori (tanto da essere applicati anche su un’unghia).

Garmin Forerunner 645 Music

CES 2018: Garmin Forerunner 645 Music

Tornando ai più familiari smartwatch, il CES 2018 è stata l’occasione per annunciare un dispositivo, il Garmin Forerunner 645 Music, che integra la possibilità di conservare brani mp3 sullo smartwatch per poterli ascoltare durante il corso della giornata, soprattutto durante le proprie sessioni di allenamento. Questo modello integrerà tutti i sensori per il fitness presenti sul Garmin Vivoactive 3, così come il chip NFC per il supporto ai pagamenti tramite Garmin Pay, la tecnologia contactless della società statunitense. È stata inoltre annunciata anche una versione del Forerunner 645 senza archivio musicale e ci sono state anticipazioni sul nuovo fitness tracker Vivofit 4.

Smartglasses Samsung Relumino

CES 2018: Smartglasses Samsung Relumino

La realtà aumentata non è solo quella degli “ingombranti e vistosi” visori VR, ma anche quella più sobria ed elegante degli smartglasses. Samsung ha presentato gli occhiali intelligenti Relumino, in grado di offrire un’immagine più nitida quando si guarda un oggetto o quando si sta leggendo un libro. Inoltre Samsung ha anche fatto intendere che sta lavorando a dei progetti piuttosto interessanti, come la cintura intelligente che permette di monitorare l’alimentazione e fornire indicazioni sulla propria dieta.

Orologi Fossil

CES 2018: Kate Spade New York Scallop

Come ampiamente previsto anche Fossil ha presentato due nuovi smartwatch con Android Wear, ovvero il Kate Spade New York Scallop e lo Skagen Falster. Si tratta di due smartwatch eleganti, che uniscono la potenza tecnologica di Android Wear al design tradizionale di orologi da polso con cassa rotonda tipica di Fossil.

Allo stesso tempo sembra che il 2018 potrebbe essere l’anno giusto per vedere degli smartwatch di classe, con marchi prestigiosi come Diesel, Emporio Armani e Tory Burch.

Costumi da bagno e auricolari

CES 2018: smart swimsuits

Infine durante i giorni del CES 2018 sono stati presentati anche costumi da bagno e auricolari intelligenti. Nel primo caso si tratta di dispositivi che rilevano l’attività in piscina o in mare, fornendo indicazioni sulla propria attività. La novità più interessante in questo senso è la capacità di riuscire a sviluppare dispositivi tecnologici sempre più impermeabili, allargando così le possibilità e le potenzialità.

Per quel che riguarda gli auricolari sono stati diversi i progetti presentati. Alcuni si orientano verso la possibilità di offrire traduzioni istantanee sempre più valide e accurate, in modo da permettere a persone di diversa provenienza di parlare tranquillamente in tempo reale senza alcun tipo di mediazione. Altri progetti invece riguardano soluzioni che possano essere d’aiuto a persone che soffrono di problemi d’udito. L’azienda Bragi ha infatti realizzato un modello di auricolari specifico per tutti coloro che soffrono di acufene e i risultati sono veramente impressionanti e fanno ben sperare anche per il futuro e per altri tipi di disturbi e patologie.

Colorato, personalizzabile e sicuro: ecco quali sono gli elementi principali di questo orologio smart per bambini, un vero e proprio smartwatch, rivolto ai più piccoli (ma anche ai loro genitori)

Recensione Omate x Nanoblock

Si parla tanto dei migliori smartwatch per adulti ma anche i bambini vogliono la loro parte, com’è giusto che sia e se (quasi) ogni aspetto della vita dei grandi è disponibile in forma minore e ludica anche per i bambini, perché il settore dei dispositivi wearable dovrebbe rimanerne fuori? Ecco quindi Omate x Nanoblock, lo smartwatch per bambini, che sembra un giocattolo ma funziona realmente e offre diversi aspetti interessanti sia per il divertimento dei più piccoli che per la sicurezza dei più grandi. Scopriamo di cosa si tratta.

Omate e Nanoblock: un progetto comune

Omate x Nanoblock è lo smartwatch nato dalla collaborazione delle rispettive aziende, Omate e Nanoblock appunto, che si occupano rispettivamente di realizzare smartwatch (Omate) e giochi per bambini (Nanoblock). Omate, impegnata anche su altri progetti di dispositivi wearable molto interessanti, è composta da un team di ingegneri, sviluppatori e progettisti che si occupa di sviluppare soluzioni indossabili e integrate con le nuove tecnologie dell’IoT (internet delle cose – Internet of Things), per le persone che necessitano di sicurezza e protezione. E chi, più dei bambini e dei loro genitori rientra in questa categoria?

Design Omate x Nanoblock

Design

Il design dello smartwatch Omate x Nanoblock è, da una parte, l’elemento meno importante (rispetto ovviamente alle funzionalità), ma allo stesso tempo quello più visibile e quello più apprezzato dai bambini che troveranno questo modello molto bello e divertente. È uno smartwatch che ricorda, ma solo vagamente, il più celebre Apple Watch Serie 3, e che permette di giocare con il cinturino (e quindi anche di personalizzarlo) inserendo e spostando tanti piccoli mattoncini simili alle costruzioni Lego. Può sembrare, come detto, irrilevante, ma è sicuramente l’aspetto che più colpisce e coinvolge i bambini, che comunque sono i destinatari di questo modello e che dovranno portarlo al polso.

Caratteristiche tecniche Omate x Nanoblock

Caratteristiche tecniche

Qui entriamo nel merito dell’interessa e dell’utilità dello smartwatch Omate x Nanoblock. Stiamo parlando di un dispositivo 3G, con tanto di slot per le schede SIM, con 100MB di traffico dati compreso al mese. Dal punto di vista delle funzionalità troviamo un cronometro, un contapassi, una sveglia e, elemento determinante, servizi che sfruttano il segnale GPS, quello WiFi e quello dei ripetitori cellulari per determinare la localizzazione del dispositivo. Con questo sistema, in caso di emergenza, i bambini potranno, semplicemente premendo un tasto SOS, inviare una segnalazione ai propri genitori che, grazie ad un’apposita applicazione mobile, potranno rintracciare i propri figli. Inoltre è possibile anche avviare una chat vocale di tipo bidirezionale per permettere a figli e genitori di rimanere sempre in contatto.

Software Omate x Nanoblock

Completano la componentistica hardware e software anche una fotocamera frontale da 2MP, una batteria che garantisce un’autonomia di circa 3 giorni con sistema di ricarica a base magnetica e il sistema operativo Android integrato con SafeMotion LBS.

Privacy e sicurezza

Come abbiamo visto lo smartwatch Omate x Nanoblock è dotato di un sistema di comunicazione diretto ed esclusivo tra bambino e genitore, così come la possibilità di localizzare il dispositivo. Omate e Nanoblock hanno fatto sapere che tutti questi dati sensibili sono crittografati tramite sistema end-to-end su una rete VPN, in modo tale che nessun estraneo possa ascoltare o interferire.

Il problema sulla sicurezza e la privacy, però, non è risolto, perché in realtà non si tratta di una questione tecnologica, ma più di una questione di diritto.

Funzionalità Omate x Nanoblock

La maggior parte dei Paesi non vieta la vendita di smartwatch GPS rivolti ai bambini, ma da qualche mese a questa parte il governo tedesco lo ha fatto, stabilendo che la vendita di tali dispositivi violino le leggi della Germania in termini di sorveglianza. Il problema è sicuramente complesso, perché se è vero che ogni sistema di protezione che possa essere messo al servizio della sicurezza dei bambini è sempre un’ottima cosa è altrettanto vero che quello stesso sistema può essere un elemento in più di rischio per tutti coloro che potrebbero intercettare comunicazioni e posizioni.

Prezzo e vendita

Acquista su Amazon.it

  • Fitness Tracker, Willful Orologio fitness Braccialetto Pedometro Watch Bracciale Smartwatch Cardiofrequenzimetro da Polso Impermeabile IP67 Donna Uomo Bambini Bluetooth HR Sport per Samsung Huawei iPhone Android iOS Smartphone (Activity Tracker, Contapassi, Calorie, Distanza, Cardio, Monitor di Meteo, 14 Modalità Sport, Notifiche Messaggio, Controllo Remoto Fotocamera, Allarme, Cronometro) -55% Fitness Tracker, Willful Orologio fitness Braccialetto Pedometro Watch Bracciale Smartwatch Cardiofrequenzimetro da Polso Impermeabile IP67 Donna Uomo Bambini Bluetooth HR Sport per Samsung Huawei iPhone Android iOS Smartphone (Activity Tracker, Contapassi, Calorie, Distanza, Cardio, Monitor di Meteo, 14 Modalità Sport, Notifiche Messaggio, Controllo Remoto Fotocamera, Allarme, Cronometro) Prezzo: EUR 33,99 Da: EUR 75,99
  • [Versione Aggiornata] Schermo Curvo Smartwatch CHEREEKI Smart Watch con cinturino morbido, Supporta SIM / TF Card, Telecamera remota, Pedometro, Push Message, Sveglia, MP3, Sonno Monitor, Anti-perso, Rubrica, SMS, WhatsApp, Facebook, Twitter e ect, per smartphone Android [Versione Aggiornata] Schermo Curvo Smartwatch CHEREEKI Smart Watch con cinturino morbido, Supporta SIM / TF Card, Telecamera remota, Pedometro, Push Message, Sveglia, MP3, Sonno Monitor, Anti-perso, Rubrica, SMS, WhatsApp, Facebook, Twitter e ect, per smartphone Android Prezzo: EUR 15,99
  • Smart Watch Smart Watch Prezzo: Non disponibile
  • Smartwatch, Willful Smart Watch Phone Android iOS Wear con SIM Card Slot Fotocamera Orologio Fitness Tracker Watch Braccialetto Sport Bluetooth Uomo Donna Pedometro per iPhone Huawei Samsung Smartphone ( Activity Tracker, Contapassi, Calorie, Distanza, Sonno, Notifiche Messaggio (Chiamata, SMS, Facebook, WhatsAPP...), Controllo Remoto Fotocamera e Musica, Promemoria Sedentaria, Allarme, Calcolatrice, Calendario, Registrazione, Anti-Smarrimento, Trova il Telefono ) -52% Smartwatch, Willful Smart Watch Phone Android iOS Wear con SIM Card Slot Fotocamera Orologio Fitness Tracker Watch Braccialetto Sport Bluetooth Uomo Donna Pedometro per iPhone Huawei Samsung Smartphone ( Activity Tracker, Contapassi, Calorie, Distanza, Sonno, Notifiche Messaggio (Chiamata, SMS, Facebook, WhatsAPP…), Controllo Remoto Fotocamera e Musica, Promemoria Sedentaria, Allarme, Calcolatrice, Calendario, Registrazione, Anti-Smarrimento, Trova il Telefono ) Prezzo: EUR 34,99 Da: EUR 72,99
  • Smart Watch, CulturesIn GT08 Touch Screen Bluetooth dell'orologio con la macchina fotografica / SIM Card Slot / analisi contapassi / sleep Monitoraggio per Android (funzioni complete) e IOS (funzioni parziali) (gun black) Smart Watch, CulturesIn GT08 Touch Screen Bluetooth dell'orologio con la macchina fotografica / SIM Card Slot / analisi contapassi / sleep Monitoraggio per Android (funzioni complete) e IOS (funzioni parziali) (gun black) Prezzo: EUR 21,99

‹ ›

Prezzo Omate x Nanoblock

I preordini dello smartwatch per bambini Omate x Nanoblock partirà nel mese di aprile, con un prezzo che si aggirerà intorno ai 170€. La spedizione in Europa non partirà prima dell’estate (indicativamente dal mese di giugno) e il dispositivo sarà disponibile in due differenti colori (Bianco – Nero) e potrà essere acquistato tranquillamente in Italia in quanto, almeno per il momento, non esistono normative che non permettano la vendita e l’utilizzo di queste tecnologie wearable per i bambini.

Ecco il tentativo di Fitbit di superare il flop di Ionic con un dispositivo come il Versa che punta al futuro confidando nel prossimo aggiornamento per offrire novità interessanti

Recensione Fitbit Versa

Il 2018 si apre con la presentazione di un nuovo smartwatch, il Fitbit Versa, che ha l’ambizione di sostituire il Fitbit Ionic ed il Fitbit Blaze, andando a colmare tutte le lacune che questi due dispositivi hanno mostrato nel corso della loro (più o meno) onorata carriera. Il Fitbit Versa nasce proprio con questo obiettivo, come affermato da James Park, CEO di Fitbit, il quale ha ammesso che il lavoro fatto con lo Ionic non è stato soddisfacente tanto che dopo soli 7 mesi è uscito questo nuovo smartwatch che vuole anche provare a coinvolgere gli utenti Pebble e adeguandosi ai nuovi trend con un design dalle linee più delicate rispetto a quelle più ‘rigide’ dello Ionic.

Per chi stesse cercando il Versa online, segnaliamo che la versione gold rose, costa quasi il 40% in meno degli altri colori. Per gli amanti della moda.

Design

Design Fitbit Versa

Partiamo proprio da qui, dal design del nuovo Fitbit Versa. Come abbiamo detto le linee sono più arrotondate, la cassa è in alluminio e il corpo è completamente in metallo; anche i tre tasti laterali sono più morbidi e una forma arrotondata. Questo smartwatch è molto leggerlo, sottile (11.2mm) e ha un display da 1.34”, più piccolo dello Ionic ma comunque sempre sufficientemente ampio e chiaro nella lettura. Al polso il Versa è molto comodo, mai fastidioso, ed è disponibile in diverse colorazioni per tutte le esigenze. Nella versione standard il cinturino è in silicone colorato, ma sono disponibili anche cinturini dal design più elaborato anche in pelle e metallo, permettendo una grande personalizzazione anche per diversi stili di abbigliamento.

Cinturini Fitbit Versa

Tornando al display abbiamo notato un’ottima chiarezza figlia anche della risoluzione di 300x300px e della luminosità superiore a 1000nits. Il Fitbit Versa è uno smartwatch impermeabile, con una resistenza fino a 50mt di profondità ed è il terzo dispositivo dell’azienda a poter essere utilizzato in piscina. Nonostante le risposte negative del team di Fitbit il design del Versa riprende molto le linee dei dispositivi Pebble e non è da escludere che la scelta sia fortemente non casuale.

Caratteristiche tecniche

Caratteristiche tecniche Fitbit Versa

Tra le novità del nuovo Fitbit Versa troviamo subito la presenza del sensore SpO2 che introduce la misurazione della saturazione dell’ossigeno nel sangue, offrendo quindi una misurazione anche più precisa e specifica e ampliando le potenzialità dei dispositivi wearable, come da trend 2018 del settore.

Nonostante sia uno smartwatch orientato agli amanti e praticanti del fitness si nota un’assenza piuttosto importante: quella del sensore GPS. Un dispositivo che si voglia considerare completo e competitivo non può mostrare questa lacuna e sia sul breve che sul lungo periodo, nonostante presumibilmente un prezzo più basso, potrebbe rivelarsi una scelta sbagliata, soprattutto considerando tutta l’altra componentistica hardware di cui questo modello è dotato.

Allenamento Fitbit Versa

Dal punto di vista del fitness il Fitbit Versa permette di monitorare diversi tipi di allenamenti tra cui la corsa, il nuoto, la ginnastica, il ciclismo e lo yoga, grazie alla possibilità di rilevare il numero di passi compiuti, le calorie bruciate e la qualità del sonno. Il Versa è un dispositivo che svolge egregiamente il proprio lavoro ma per coloro che non cercano un tipo di rilevazione professionale, per la quale, soprattutto negli allenamenti più intensi, qualche mancanza si percepisce.

Il Fitbit Versa è dotato, ma solo nella versione commercializzata in Europa, del sensore NFC, mentre negli Stati Uniti è un sensore presente solamente nelle Special Edition dello smartwatch. È prevista l’integrazione con la tecnologia Fitbit Pay ma è una possibilità ancora in via di sviluppo e non del tutto funzionante.

Menu display Fitbit Versa

La fruibilità delle funzioni e lo scorrimento all’interno dei vari menu è molto buona e comprensibile, ma si ha l’impressione che manchi sempre qualcosa, soprattutto volendo pensare al Fitbit Versa come un’alternativa ad Apple Watch dedicata agli utenti Android; ma questo aspetto lo analizzeremo meglio nelle conclusioni.

Completano le caratteristiche tecniche del Fitbit Versa la presenza del Bluetooth 4.0, del Wifi, del giroscopio a 3 assi, dell’accelerometro a 3 assi, del sensore di luce ambientale, dell’altimetro e dell’immancabile sensore per il monitoraggio del battito cardiaco.

Caricabatteria Fitbit Versa

Ottima l’autonomia del dispositivo, che arriva a oltre quattro giorni come dichiarato anche da Fitbit in sede di presentazione del modello, anche se pesa leggermente la proposizione di un nuovo, ennesimo, modello di caricatore, che è un misto tra quello del Fitbit Blaze e quello del Fitbit Charge 2.

Fitbit Versa: uno smartwatch al femminile

Una peculiarità del Fitbit Versa, primo dispositivo wearable ad integrare questa caratteristica, è la possibilità di monitorare i cicli mestruali, cogliendone i sintomi e fornendo un quadro completo della situazione. Questa funzione sarà accessibile tramite un aggiornamento che dovrebbe essere rilasciato in estate; per cui non è stato possibile testarlo, ma sembra essere un settore sul quale Fitbit voglia puntare molto, permettendo un’integrazione tra il calendario e il monitoraggio della frequenza cardiaca.

Fitbit OS 2.0

Fitbit OS 2.0

Fitbit Versa ospita la nuova versione del sistema operativo proprietario, ovvero Fitbit OS 2.0, una versione rinnovata sia nella veste grafica che nelle funzionalità. Da una parte si è un po’ limitati nell’impossibilità di condividere i propri dati su Apple Healt e Google Fit, ma dall’altra c’è la possibilità di installare app di terze parti da utilizzare insieme a quelle fornite da Fitbit, anche se per il momento la selezione tra le quali scegliere è piuttosto limitata.

Una funzione molto interessante è quella offerta da Fitbit Coach con tre differenti allenamenti di base tramite i quali essere introdotti nei vari esercizi e attività fisiche da svolgere. Sottoscrivendo un abbonamento premium Fitbit Coach offrirà anche allenamenti personalizzati con video tutorial e audio che spiegheranno passo passo gli esercizi da svolgere.

Con il Fitbit Versa al polso si avrà un controllo H24 del battito cardiaco, un monitoraggio del sonno e, nell’analisi delle prestazioni del proprio allenamento e delle proprie condizioni di salute, non manca anche il celebre VO2 max.

Software Fitbit Versa

Per quel che riguarda l’allenamento il software del Fitbit Versa conserva in memoria i dati dei movimenti per 7 giorni e quelli dell’attività quotidiana per 30 giorni, permettendo di analizzarli, confrontarli e vedere i cambiamenti in atto.

Un punto di merito del Fitbit OS 2.0 è la compatibilità con le diverse piattaforme: non solo Android, ma anche Windows Phone e iOS. In questo senso abbiamo apprezzato anche la possibilità di ricevere le notifiche sul display dello smartwatch (tramite collegamento allo smartphone) e l’integrazione, sempre dal prossimo aggiornamento, di risposte rapide da inviare dallo smartwatch allo smartphone.

Conclusioni

Si potrebbe concludere che il Fitbit Versa è per molti, forse troppi, aspetti un cantiere ancora aperto. Forse la fretta di superare il Fitbit Ionic ha portato al rilascio di un modello non del tutto completo dove solo futuri aggiornamenti (di cui Fitbit già parla) permetteranno a questo modello di rendersi particolarmente interessante, nonostante assenze significative, come quella del sensore GPS, che nessun aggiornamento potrà rimpiazzare.

Valutazione Fitbit Versa

Manca un modello di riferimento per gli utenti Android, così come l’Apple Watch lo è per gli utenti iOS, e molti avevano sperato che il Fitbit Versa potesse esserlo; da una parte forse è un po’ prematuro trarre ora queste conclusioni ma sembrano mancare gli elementi per poter immaginare un successo di questo tipo.

È possibile acquistare su Amazon il Fitbit Versa ad un prezzo di circa 229€ ed è disponibile nelle colorazioni Viola, Nero, Carbone, Grigio e Pesca con un prezzo nella norma per dispositivi di questa categoria.

Concludendo il Fitbit Versa è un modello estremamente interessante e con notevoli potenzialità che però lascia un po’ interdetti per le lacune dimostrate, soprattutto per la fretta con la quale Fitbit ha voluto presentarlo per superare il flop del Fitbit Ionic e che si pensava avrebbe potuto offrire un livello lievemente superiore a quello che realmente si è riusciti a raggiungere.

Serve aiuto? Contattaci!

Serve aiuto? Contattaci!

Vuoi avere informazioni, aggiornamenti e dritte sul mondo degli smartwatch e delle smartband? Compila e invia il modulo sottostante e avrai una risposta dal nostro staff nel più breve tempo possibile :

TORNA SU
Nuovo Ordine!
});
SCARICA LA NOSTRA APP E VINCI !!!
Scarica e installa sul tuo smartphone o tablet la nostra app Android gratuita. Puoi vincere un Samsung Note 8 o un Iphone X !!!
più la usi più hai possibilità di vincere!